All’inaugurazione dell’anno giudiziario si parla di gioco d’azzardo

gioco d'azzardo legale

Sembra davvero impossibile, ma ovunque si guardi c’è qualcuno che parla di gioco d’azzardo, di casino migliori aams e di quello che ne potrebbe discendere dall’applicazione delle nuove norme della Legge di Stabilità 2016. Quindi, non giunge strano che persino nell’Aula delle Sezioni Riunite della Corte dei Conti di Roma, alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2016 con la presenza del Presidente della Repubblica e, naturalmente, delle cariche più alte dello Stato e nella successiva relazione, si parli del mondo del gioco lecito. Nell’intervento del Procuratore Generale, infatti, si tocca il settore gioco e si conferma che “risultano ancora numerose azioni esercitate nei confronti dei concessionari del gioco del Lotto per il mancato versamento dei proventi delle giocate”. E si parla anche degli importi recuperati dalla esecuzione delle sentenze definitive di condanna nel quinquennio 2011-2015, sempre relativamente al gioco.

Si prosegue sottolineando che questo quinquennio è “di valore assoluto” in quanto, precisamente in quel periodo, le società concessionarie di siti italiani legali di casino e del servizio pubblico di attivazione e conduzione operativa della rete per la gestione telematica del gioco lecito con vincita in danaro, mediante apparecchi da intrattenimento sono state condannate per un ammontare di 407milioni di euro per il “danno erariale cagionato in ragione della violazione degli obblighi della concessione”. Certamente, il discorso affrontato durante l’inaugurazione dell’Anno Giudiziario, riguarda il gioco senza ombra di dubbio, ma solo per quanto concerne freddamente a numeri e non a problematiche che affliggono il settore (ma questo, forse, sarebbe troppo), però numeri tradotti in “belle cifre” che riguardano strettamente il nostro “caro” Erario!